Su Formiche, una riflessione di Baretta sul perché il governo gialloverde è un’opportunità per il centrosinistra

“La nascita del governo gialloverde allontana le elezioni politiche. Di quanto si vedrà, ma è probabile per un bel po’. Ma non riduce di un grammo, semmai accentua, l’urgenza per il fronte riformista di rigenerarsi, sia per svolgere al meglio il ruolo che spetta all’opposizione sia per iniziare a recuperare il consenso popolare perduto“.

Perché ciò avvenga, spiega il presidente di AReS, Pier Paolo Baretta, in un articolo pubblicato sul sito Formiche.net devono concretizzarsi tre condizioni:

  1. un programma alternativo al contratto di governo stipulato da 5 Stelle e Lega
  2. un processo che preveda un’alleanza ampia, “democratica” più che “repubblicana”
  3.  un nuovo gruppo dirigente.

“Insomma – chiosa Baretta -, trasformiamo questa strettoia che ci attende nell’opportunità di cambiare. Questa crisi è stata vissuta dagli italiani, per merito e demerito dei media, con la passione irruenta e partigiana dei tifosi. Ma, ci fu un periodo nel quale qualità e vittoria andavano insieme e la parola simbolo di quella stagione era: ripartenza”.

 

Leggi l’articolo>>

2018-06-05T08:15:19+00:00 4 giugno 2018|In evidenza, News|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.